wingfoil
wingfoil
wingfoil
wingfoil
wingfoil
2
2
bann5
bann4
bann3
previous arrow
next arrow

Costruzione


Costruzione di una tavola da WingFoil

Tavole da wingfoil custom

fatte a mano e non di serie come i prototipi o le produzioni artigianali limitate, hanno la classica costruzione delle tavole da windsurf con, generalmente, la parte interna (o core) composta da materiale espanso come poliuretano o polistirolo sulla quale si prepara la forma (lo shape), a volte a mano ed altre con macchinari (frese) a controllo numerico (CNC) dopo un disegno CAD. Questi materiali hanno densità e pesi differenti e la loro scelta dipende da ciò che si vuole ottenere.

Strato di copertura del core

Eventualmente uno strato di materiale tipo “termanto” ovvero PVC ESPANSO reticolato rigido a cellula chiusa; anche di quest'ultimo esistono fogli a vari spessori e densità. La scelta varia a seconda della collocazione sulla carena, sulla coperta oppure dal tipo di shape della tavola (più o meno volume, tipologia di utilizzo, etc...).

Il termanto viene applicato con della resina generalmente epossidica bi-componente al core interno con strati di fibra di vetro, fibtra di carbonio o fibra di carbon-kevlar a differenti grammature; in genere molto sottili ed a volte pre-impregnati con resina epossidica (i pre-preg).

Quale resina si utilizza

Si usa resina la epossidica in quanto catalizza lentamente e non brucia il core interno, a differenza della resina poliestere che ha un tempo di catalizzazione molto veloce e quindi una brusca reazione termica. Dopo la laminazione la tavole viene inserita in un sacco sottovuoto per far si che non si creino bolle di aria fra gli strati e la resina in eccesso venga espulsa (sulle grandi imbarcazioni al termine del processo alcuni costruttori ispezionano lo scafo al raggi X per verificare l’eventuale presenza di bolle d’aria).

Inserimento delle scasse

Una volta rivestito il core in termanto si procede all’inserimento delle scasse us-box per il foil, ai tasselli per le straps e per il leash ed alla maniglia per il trasporto. Questa operazione può essere svolta utilizzando sia resina che fibra e/o schiume ad espansione; generalmente un insieme dei tre.

I rinforzi

A questo punto vengono applicati i rinforzi (generalmente in fibra di carbonio) per le parti sollecitate (tasselli, scasse del foil ed appoggio dei piedi).

Laminazione finale (il guscio esterno)

Gli ultimi passi sono la laminazione in resina epossidica della carena e poi della coperta della tavola alla quale seguono la stuccatura, la verniciatura e l’applicazione dei pad in gomma sulla coperta.
Le tavole più pregiate si costruiscono con core leggero, termanto, carbonio, kevlar, fibra di vetro e resina epossidica. Quelle più economiche ed adatte ad iniziare si costruiscono con un core più pesante, fibra di vetro e resine meno pregiate.

Tavole di serie

Le tavole prodotte in grande serie sono generalmente prodotte su stampi preformati sulla base di un disegno al CAD e con processi di applicazione di materiali come sopra ma (quasi) sempre pre-impregnati ed eventualmente con tecniche di iniezione di materiali schiumosi per il core. Le aziende che producono in piccole serie utilizzano anche processi simili a quello descritto sopra.

Video costruzione tavole da WingFoil

Interesting stuff from the web

Please if you find something valuable or you have any suggestion, please send us a link

@  www.WingFoilCampione.it

Sam's Playground